Blog: http://futbolandia.ilcannocchiale.it

Clausura 2010: la griglia di partenza

Si è chiusa giovedì la seconda giornata del torneo di Clausura argentino 2010, che si annuncia come ricco d'incertezza ed equilibrio. Passiamo in rassegna, come nella piena tradizione Futbolandia, le principali favorite al titolo e le possibili sorprese.

Racing Club Avellaneda
E' la mia favorita. Una delle grandi di Argentina, con i suoi 16 titoli nazionali, è a secco dal 2001 ed ha rafforzato la squadra in maniera massiccia. Schiera un attacco esplosivo basato sul talento di Gabriel Hauche, rivelazione la scorsa stagione con l'Argentinos Jr, e il bombardiere Claudio Bieler. El Taca, reduce da una fantastica stagione con la maglia del LDU Quito, si è consacrato come uno dei principali cannonieri del Sudamerica e punta deciso a confermarsi anche in patria. In settimana è arrivata la ciliegina sulla torta: il ritorno in patria di Roberto Ayala, autentico monumento del calcio argentino, a puntellare una difesa che conta già il talentuoso Matias Cahais.




Velez
In crescita costante da qualche anno, ha riabbracciato il bomber uruguagio Santiago Silva, capocannoniere la scorsa stagione con la maglia del Banfield campione. La squadra può contare su un collettivo ben rodato e sul talento di Maxi Moralez, pur non esprimento un gioco spumeggiante rimane una delle principali pretendenti.


Boca Juniors
Le dimissioni di Basile e la nomina di Abel Alves come allenatore lasciavano presagire un'altra stagione nera per i colori azul y oro. E' arrivata invece una campagna acquisti convincente, con l'arrivo dei centrocampisti Jesus Mendez e Sebastian Prediger, ma soprattutto la migliore condizione atletica per J.R. Riquelme (ovvero colui che può fare girare la squadra). Martin Palermo rimane la solita macchina da gol e in difesa si attendono segnali importanti da Ezequiel Munoz, al rientro dall'infortunio. Se trova la giusta amalgama e continuità, rimane una seria pretendente.

Azioni salienti di Boca - Lanus


Estudiantes
La squadra di La Plata punterà al titolo e alla Libertadores affidandosi nuovamente alla classe dell'immenso Veron, alle realizzazioni di Boselli ma soprattutto all'estro e all'imprevedibilità di Josè Sosa. Il ritorno del Principito, che nel Bayern Monaco trovava poco spazio, può garantire il salto di qualità alla squadra e l'approdo al mondiale sudafricano del giocatore.


Independiente
Pochi ritocchi per i Diavoli Rossi di Avellaneda, che quest'anno potranno togliersi qualche soddisfazione con l'arrivo del talento (negli ultimi anni un pò offuscato) di Leandro Gracian.


San Lorenzo
Non vedo molte chance di vittoria per la compagine di Simeone, che farà affidamento sulla classe di Leandro Romagnoli, che proverà a ritrovare se stesso dopo i difficili anni di Lisbona.


River Plate
Tempi bui per la squadra di Astrada, sconfitta all'esordio dai campioni del Banfield, poi riscattatasi sul campo del Chacarita. L'acquisto di Ferrero potrebbe aver risolto i problemi difensivi, ma l'organico non convince alla luce soprattutto del grave incidente occorso al miglior giocatore dei Millionarios: Diego Buonanotte. A lui l'augurio di pronta guarigione da parte di Futbolandia.
Si segnala però la possibile ascesa del talento
Rogelio Gabriel Funes Mori, un attaccante potente di cui sentiremo presto parlare.




Le altre squadre
Il Lanus pare decisamente indebolito dalla partenza di Eduardo Salvio, il Banfield non sembra in grado di riproporsi ad alti livelli, il Newell's si affida troppo alle reti dello strepitoso attaccante Boghossian. E' partito col piede giusto il Godoy Cruz di Jairo Castillo, mentre si affiderà ancora una volta alle reti di Federico Nieto il Colon. Il Rosario Central proverà a rilanciarsi grazie alle reti di Lucho Figueroa, un attaccante che nel campionato argentino può ancora fare la differenza.

Redondo

Pubblicato il 6/2/2010 alle 11.4 nella rubrica Tango.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web