.
Annunci online

futbolandia
Un blog per celebrare il calcio che conta


Speciale Copa America 2007


16 luglio 2007

Vince il catenaccio

Si è chiusa ieri sera, nella maniera peggiore, l'edizione 2007 della Copa America. Dopotutto, la vittoria del Messico contro l'Uruguay nella finalina di consolazione lasciava presagire qualcosa, anche se eravamo ben lontani dall'ipotizzare il dominio del catenaccio sul possesso palla.
La partita decollava con il bel destro di Baptista, che giovava dell'inefficente marcatura di Ayala, mentre la spinta dell'albiceleste portava solo un palo targato Riquelme. Il gioco argentino non cresceva d'intensità, la squadra era lenta e spenta (in primis Tevez e Messi), anche per via della tattica difensiva impostata da Dunga: tutti dietro la linea della palla e contropiede. In chiusura di primo tempo, Ayala ci metteva nuovamente del suo e infilava l'autogol che di fatto decideva l'incontro: i ragazzi di Basile uscivano dal campo demotivati e il 3-0 di D. Alves (ottima prova da subentrato) era solo un omaggio alle statistiche.

I momenti salienti dell'incontro

Al Brasile è girato tutto per il verso giusto: vantaggio iniziale, tattica difensiva perfetta e fortuna sfacciata (palo di Riquelme, autogol di Ayala). L'Argentina ha forse pagato, come da dieci anni a questa parte, i favori del pronostico (la generazione dei perdenti..), mettendo in evidenza tutte le proprie lacune. Se non gira Riquelme tutta la squadra ne risente, mentre la difesa ha più volte dimostrato la propria inaffidabilità se messa sotto pressione; ieri anche la sfortuna ci ha messo del suo, ma da quando Basile è tornato in sella alla nazionale mai si era vista una squadra così carente.
Rimane una Copa America comunque divertente quella di Venezuela 2007, con esiti a volte scontati ma con squadre mai rinunciatarie.

Redondo
 




permalink | inviato da futbolandia il 16/7/2007 alle 13:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


12 luglio 2007

Finalissima Argentina-Brasile

Si sono concluse nella notte le semifinali della Copa America 2007, le quali hanno offerto agli appassionati emozioni ed esaltanti gesti tecnici. La finalissima di domenica verrà disputata, come da pronostico, da Argentina e Brasile; diverso è il modo in cui le due corazzate hanno conseguito l'accesso all'ultima partita.

Nella notte fra martedì e mercoledì, una palpitante serie di rigori ha regalato alla Seleçao la qualificazione, grazie agli errori decisivi di Diego Forlan e Pablo Garcia. Il maggior tasso tecnico e la freddezza dei propri rigoristi hanno avuto la meglio sulla Celeste, che ha disputato ottimi 90'.
Se le reti di Maicon e Baptista sembravano offrire ai ragazzi di Dunga il lasciapassare per la finale, i tenaci uruguayani di Tabarez non mollavano su ogni pallone. Brava la Celeste a pareggiare i conti prima col biondo Forlan, poi con la rete di rapina di Sebastian El Loco Abreu (attaccante assai criticato, ma che la butta dentro sempre), mostrando un livello di gioco aggressivo e ordinato. La lotteria dei rigori lascerà al Maestro la possibilità di giocarsi il 3° posto sabato sera, ma tutto sommato è una Copa America in crescendo per Lugano e compagni.

La lotteria dei rigori

L'Argentina ha ancora una volta lasciato le briciole ai propri avversari, abbattendo il Messico con un rotondo e forse ingeneroso 3-0. La squadra di Basile pratica un possesso palla intenso, un pò per abilità tecniche dei propri interpreti, un pò per non concedere troppe occasioni ai propri avversari (è risaputo che il reparto più debole dell'albiceleste è la difesa). Ma quando Riquelme e compagni accelerano, sono dolori per gli avversari, specie se si considera che Los Hermanos sono veramente letali sui calci da fermo.
In chiusura di primo tempo, una punizione lunga del Mudo spiana la strada al colpo in spaccata di Heinze, che con la complicità del portiere Suarez insacca. Nella seconda frazione è un pallonetto di Messi ad incantare la platea, splendido per intenzione ed esecuzione, mentre il cucchiaio di Riquelme su calcio di rigore è la ciliegina sulla torta.

Magie argentine

La finalissima si disputerà domenica sera. Chi vincerà secondo voi?

Redondo




permalink | inviato da futbolandia il 12/7/2007 alle 13:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


9 luglio 2007

Arrivano le goleade!

I quarti di finale della Copa America 2007 hanno consegnato a tifosi e semplici appassionati partite dai risultati assai rotondi. Rivisitiamole insieme.

Sabato a San Cristobal, i padroni di casa sono tornati sulla terra, lasciando strada ai rinati avversari dell'Uruguay, dimostratisi assai deludenti nel girone di qualificazione. Un 4-1 che non ammette repliche, vista anche la mole di reti fallite da Diego Forlan nella prima mezz'ora di gioco, che concede ai ragazzi del Maestro Tabarez la possibilità di giocarsi l'accesso alla finalissima contro la Seleçao di Dunga. La partita ha evidenziato le lacune tecniche dei vinotintos, in particolare a centrocampo; l'ex rossonero Pablo Garcia si è dimostrato la chiave del gioco della Celeste, distinguendosi per un discreto numero di palloni recuperati e smistati (ottima la sua realizzazione).

Le reti di Venezuela-Uruguay

Nella notte, i verdeoro capitanati da Gilberto Silva hanno letteralmente schiacciato un Cile ridimensionato dalla numerose assenze. Nelson Acosta esclude dai titolari Valdivia, Vargas (motivi disciplinari), Fernandez, Villanueva, Navia (scelta tecnica) e l'infortunato Melendez. Dunga vara una formazione di chiaro stampo europeo, con un centrocampo fisico composto da Josuè-G.Silva-Mineiro-J.Baptista, e si affida alla tecnica degli avanti Robinho-Vagner Love.
Ci mettono poco i brasiliani a passare in vantaggio, e poi a tenere in pugno la vittoria: il Cile è assai arrendevole e l'impostazione difensiva facilita la conservazione del punteggio. Ne esce un 6-1 di chiaro stampo Robinho, autore di una doppietta e delle solite giocate incantevoli.

Pillole di Brasile-Cile

Ieri era grande l'attesa per il quarto di finale ritenuto, almeno sulla carta, il più equilibrato. E' scaturito, complice l'espulsione di Bobadilla dopo soli due minuti (con conseguente rigore trasformato da Castillo), un 6-0 eccessivamente punitivo nei confronti dell'albilroja di Gerardo Martino. Bene il solito Castillo e il metronomo Torrado, la vera sorpresa negativa del match è stata la prestazione del baluardo difensivo paraguayano, Caceres, autore dell'errore che ha spianato la strada all'espulsione di Bobadilla (più diversi svarioni).
Hugo Sanchez sogna la finale, ma fra due giorni contro l'Argentina sarà tutta un'altra musica.

Messico-Paraguay

Come da pronostico, Basile vara la consueta Equipo de Memoria con Diego Milito in luogo dell'infortunato Tevez. Uribe risponde con Marino al posto di Farfan e il 39enne Bazalar in mezzo al campo.
Il primo tempo mostra la buona disposizione tattica degli andini, abili nel neutralizzare le fonti del gioco albiceleste; al di la di qualche buona iniziativa personale di Riquelme e Messi poco si è visto.
A cambiare il volto al match è stato senza dubbio l'ingresso di Tevez per Milito: il gioco si è velocizzato e l'ingresso del Brigante ha dato più profondità al gioco argentino. Ma è stato ancora un volta J.R. Riquelme a sbloccare la situazione con un sinistro preciso, al quale sono seguite le realizzazioni di Messi e Mascherano, prima del raddoppio del Mudo.

Spettacolo Riquelme

E da domani, sotto con le semifinali!

Redondo




permalink | inviato da futbolandia il 9/7/2007 alle 13:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Samba
Tango
Competizioni Continentali
Miti del passato
Giovani promesse
News dal Vecchio Continente
Speciale Copa America 2007
Mondiale per club
Attuali cittadini di Futbolandia
Mondiali 2010

VAI A VEDERE

Boca Juniors
Vasco da Gama
Imberido
Drink Tim
Tempi Supplementari
Pitacos do Bodaum
Gambetas
Futebol,Musica e Etc
Persio Presotto
Blog di Victor
Blog di Flavio e Drika
Pepps
Alessarda
Bar delle Antille
Blog di Lady Cyntia
Peñarol
LDU Quito
Calcio d'angolo
Quattro tratti
Além das Quatro Linhas
Diego
Ma.Le.
Il calcio mi ha salvato
Pianeta Boca
Jaguares
Colo Colo
Cucuta
Libertad
Alianza Lima
Calcio Lecco
Clarin
Puppenfesten
Latino America
Rede Record



Fernando Redondo


Romario de Souza Faria


Roberto Dinamite


Juan Roman Riquelme


Teofilo Cubillas


Lajos Detari


Socrates


Carlos Valderrama


Tomas Locatelli


Carlos Bianchi


Francisco Maturana


Dirceu


José Saturnino Cardozo


Ruben Paz

CERCA